Archivi tag: gav

Come atterra lo Shuttle?

Shuttle Enterprise in esposizione all’Intrepid Museum (NY)

Il 12 Aprile 1981, esattamente 20 anni dopo il primo volo di Yuri Gagarin, partiva dalla rampa 39A del Kennedy Space Center (KSC) la prima missione spaziale dello Space Shuttle: un veicolo spaziale riutilizzabile con equipaggio. Il progetto Shuttle era iniziato nei primi anni ’70 quando ormai il progetto Apollo era nelle fasi finali, e aveva come scopo la realizzare di nuovi obiettivi: ISS, HST, la collaborazione internazionale con le altre agenzie spaziali …

Le partenze dello Shuttle trasmesse in televisione, o nei filmati reperibili online, hanno sempre fornito immagini spettacolari di notevole impatto visivo per il pubblico, mentre i media meno frequentemente hanno dedicato attenzione alla fase  di rientro dell’Orbiter.

Lo scopo di questa tele-conferenza e’ quello di analizzare la fase di rientro dell’Orbiter, dalle procedure iniziali all’atterraggio sulla pista del KSC con l’uso di immagini di repertorio, video, fotografie scattate all’Intrepid Museum (NY), schemi della documentazione NASA ed un modellino “ripensato” allo scopo.

A causa delle restrizioni imposte dai decreti ministeriali del Governo italiano per limitare la diffusione del CoVid-19, la conferenza si terra’ on line venerdì 8 Maggio con inizio alle ore 21:00. Verranno inviati successivamente via email ai soci e ai frequentatori del GAV il link per accedere allo streaming.

Alessandro Fumagalli

La costellazione dell’Auriga

Primo appuntamento dell’anno con il caffè astronomico presso la sede del GAV; in quest’occasione prenderemo in considerazione la costellazione dell’Auriga visibile al meridiano in questo periodo dell’anno dalle nostre latitudini.

Le stelle e gli oggetti dell’Auriga saranno lo spunto per parlare di esopianeti, variabili, supernovae, e molte altre curiosità; il dibattito sarà moderato da Alessandro Fumagalli e da Mauro Maggioni con semplicità di linguaggio.

Il caffè astronomico si terrà il 16 Febbraio alle 21:00 presso la sede del GAV – Gruppo Astrofili Villasanta.

Caffè astronomico

Molti Universi

L’Universo in cui viviamo è unico?

A metà degli anni ’50 Hugh Everett, un fisico americano, che ebbe modo di lavorare anche per il Dipartimento della Difesa del governo statunitense, propose una teoria elegante e coerente che spiegasse contemporaneamente i fenomeni fisici del mondo sub-atomico (meccanica quantistica) con il mondo reale (fisica classica).

Le fondamenta della sua teoria prevedevano l’esistenza di zone dello spazio-tempo isolate fra loro (Universi – bolla) come proiezione dello spazio degli eventi per ogni fenomeno misurabile. Oggi, grazie anche alle osservazioni e allo studio della cosmologia, si è cercato di fornire una stima della dimensione di ogni universo – isola, inoltre la teoria di Everett del Multiverso (o molti universi) rappresenta una spiegazione possibile (ad oggi unica?) a ciò che emerge nel mondo reale quando si passa dal mondo atomico al mondo macroscopico.

Nonostante sia difficile valutare l’esistenza effettiva di molti universi nella realtà senza entrare in speculazioni, la conferenza intende fornire uno spunto di riflessione sull’argomento.

La conferenza avrà luogo venerdì 19 Gennaio presso la sede del GAV
(Gruppo Astrofili Villasanta) in via Bestetti 8 – Villasanta (MB)
con inizio alle ore 21:15

Alessandro Fumagalli