Archivio

Archive for the ‘La famiglia Herschel’ Category

John Wilhelm and Alexander Herschel

Cronologia della famiglia Herschel

Timeline della famiglia Herschel

 

John nacque il 7 Marzo 1792 a Slough; sin dai primi anni, il rapporto con il padre fu ricco di contrasti. Non aveva molte amicizie e durante giorno, doveva star molto tranquillo per permettere al padre William di dormire. Al contrario del padre, da piccolo poteva già godere della fama e dei riconoscimenti del padre e di sua madre che aveva ereditato una piccola fortuna dal suo primo marito. Ad 8 anni frequentò Eton ma a causa di un increscioso episodio poi sua madre lo trasferì in una scuola privata. Nel 1813 John si laureò e venne eletto membro della Royal Society. Per tre anni poi frequentò studi legali, ma fu nel 1816 che John intraprese la decisione di seguire i genitori ormai anziani.
I suoi studi non interessarono però solo l’astronomia ma anche altri campi: fisica, spettroscopia, mineralogia, geologia e chimica: nel 1819 scoprì che l’iposolfito di sodio scioglieva i grani di argento e diede un impulso anche alla nascente fotografia. Nel 1821, assieme a James South iniziò un programma di osservazioni alle stelle doppie e pubblicarono un articolo (1824) per il quale vennero insigniti premiati dall’Accademia delle Scienze di Parigi e dall’ dell’Astronomical Society a Londra. Proseguì le sue osservazioni con molti sforzi riuscendo a catalogare 5075 oggetti in una serie di sei cataloghi pubblicati fra il 1826 ed il 1836.
Nel 1833 John decise di proseguire il lavoro di catalogazione stellare di suo padre e partì assieme a sua moglie per Cape Town. Si accasò presso una fattoria olandese ed assieme al suo assistente poté completare la catalogazione del cielo australe. Dopo quattro anni tornò a Slough dove scrisse i resoconti del suo viaggio in Africa. Questo lavoro venne pubblicato nel 1847 e gli valse una seconda medaglia dalla Royal Society. Gli ultimi 20 anni della vita di John furono accompagnati da problemi di salute e morì l’11 Maggio 1871 e venne seppellito nell’Abbazia di Westminster.

Alexander Stewart nacque a Feldhausen (Sudafrica) il 5 Febbraio 1836; venne educato alla Clapham Grammar School ed in seguito frequentò il Trinity College (Cambridge) dove si diplomò nel 1859. Entrò nella scuola di minatori a Londra nel 1861 per studiare meteorologia e durante questo periodo Alexander iniziò un programma di osservazione dello spettro della luce delle meteore.
Nel 1866 divenne professore di Meccanica all’Università di Glasgow e continuò il suo lavoro sugli spettri; trovò un collaboratore in Nicholaus von Konkoly, un astronomo amatore ungherese famoso per avere una delle migliori collezioni di spettri di tutta Europa. Alexander gli spedì le sue decennali osservazioni e l’ungherese poté confermare l’ipotesi di Alexander circa la presenza delle linee del sodio nello spettro. Nel 1866 Alexander tornò a Slough e condusse una serie di meticolose osservazioni (numerate) sulle meteore: aveva fama di esser capace di disegnare la traiettorie fra le stelle con grande precisione.
La sua attività scientifica non si limitò alla spettroscopia; le sue osservazioni delle Leonidi e i suoi calcoli per trovarne il massimo di attività furono di grande aiuto a Schiapparelli per l’identificazione della cometa Tempel (1866); inoltre pubblicò molti lavori e trattati di meteorologia, geologia e fisica dell’atmosfera. Dal 1871 fino al 1886 fu professore di fisica all’Università di Newcastle dove poté frequentare l’Osservatorio di Mr Newall (Gatehead) che all’epoca poteva vantare il più grande rifrattore del mondo; le ultime osservazioni risalgono al 13 Febbraio 1907, quattro mesi prima della sua morte. Venne seppellito nella chiesa di St. Laurence at Upon assieme a Sir William.

Bibliografia

  • The Herschel Dynasty: Part I. The Royal astronomical Society of Canada.
  • The Herschel Dynasty: Part II . The Royal astronomical Society of Canada.
  • The Herschel Dynasty: Part III. The Royal astronomical Society of Canada.
  • I re del Sole – Stuart Clark.

Friedrich William e Caroline Herschel

Cronologia della famiglia Herschel

Timeline della famiglia Herschel

William nacque ad Hannover il 15 novembre 1738; il padre (oboista) faceva parte della guardia della città ed il giovane William seguì inizialmente le sue orme: entrò nella banda reggimentale assieme a suo fratello Jacob. All’età di 18 anni, durante la Guerra dei Sette anni, i francesi misero sotto assedio la sua città natale, e William si trasferì in Inghilterra. Si stabilì nello Yorkshire dove per vivere dava concerti privati; durante questi anni tornò occasionalmente ad Hannover e viaggiò in Italia per migliorare la sua professione di musicista.

Ad Halifax vinse un posto da organista ed iniziò ad interessarsi di astronomia; dopo un secondo ritorno ad Hannover (1772) si trasferì a Bath insieme a sua sorella, alla quale veniva affidato il compito di gestire le faccende domestiche. Non potendosi permettere di comprarsi un telescopio decide di auto costruirselo; in breve tempo divenne famoso in tutta Europa per la sua abilità nella costruzione di specchi venduti anche a famiglie reali dell’epoca. Nel 1779 William compì assieme a Caroline (ormai divenuta la sua assistente) una serie di osservazioni nel cielo che portò nella notte del 13 Marzo 1781 alla scoperta di Urano. Inizialmente scambiato per una cometa, Herschel avvertì la Royal Society, la quale, in seguito, lo omaggiò con una medaglia. Si trasferì a Slough e, compì altre osservazioni; nel 1787 scoprì Titania ed Oberon e, due anni dopo, Mimas ed Encelado. Nello stesso periodo, il Re finanziò la costruzione di un grande telescopio riflettore dal diametro di 49,5 pollici ed una lunghezza di 40 piedi che venne terminato nel 1789: data la sua enorme impalcatura triangolare era molto ingombrante e necessitava di continue operazioni di pulitura ad intervalli molto frequenti.
A partire dal 1795 William si dedicò anche allo studio dell’attività solare; in particolare si concentrò sulla natura delle macchie solari, ipotizzando una correlazione fra attività solare e l’andamento del prezzo del grano; e, con lo scopo di studiare meglio il Sole, iniziò a fare degli esperimenti con gli oculari di diverso colore e scoprì la radiazione infrarossa.
William ricevette molte medaglie ed onori nazionali ed internazionali; divenne Cavaliere dell’Ordine Guelfo (1816) e presidente dell’Astronomical Society (1821). Catalogò più di 2500 oggetti fra stelle ed ammassi stellari ed estese il catalogo Charles Messier.
Morì a Slough il 25 Agosto 1822.

Caroline Herschel in una cartolina

Caroline Herschel in una cartolina. Fonte: @HistAstro

Caroline Herschel (sua sorella) nacque ad Hannover il 16 Marzo 1750 e viene considerata una delle prime donne astronome. Nel 1772 raggiunse suo fratello a Bath con il ruolo di governante, imparò l’inglese e studiò musica. In seguito assistette suo fratello nelle osservazioni con un ruolo di collaboratrice attiva: durante la sua vita scoprì molte nebulose ed otto comete. (Record superato in seguito da Carolyn Shoemaker).
Con le sue osservazioni ad Hannover, preparò un catalogo di 2500 fra nebulose ed ammassi di stelle che le valse la medaglia d’oro alla Royal Astronomical Society. Fu la prima donna membro onorario, e nel 1846 Federico Guglielmo IV le conferì una medaglia d’oro alla scienza.
Morì il 9 Gennaio 1848.

Bibliografia

  • The Herschel Dynasty: Part I. The Royal astronomical Society of Canada.
  • The Herschel Dynasty: Part II . The Royal astronomical Society of Canada.
  • The Herschel Dynasty: Part III. The Royal astronomical Society of Canada.
  • I re del Sole – Stuart Clark.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: